The focus of the paper is the link between CLIL (Content and Language Integrated Learning) and technologies for learning and communicating, considered as an added value to enhance teaching practices, as recommended by the European Commission, also with reference to communication and interaction in the foreign language. Starting from a brief description of the main aims of CLIL and the benefits that technologies and multimedia can bring to a CLIL environment, the paper will describe a recent online training initiative on CLIL and ICT (Information and Communication Technologies) carried out within a global community of peers, registering 5000 participants. The outline of the syllabus, together with the objectives and the main outcomes of the course will be mentioned, also referring to some examples of materials, lesson plans and Learning Diaries produced by the attendees. Particular attention will be devoted to the wide range of communication and interaction strategies and modalities used by the participants (infographic, visual, narrative, etc.) to accomplish the different tasks assigned during the training pathway and to interact with the moderators and with other colleagues in the different formal and informal spaces devoted to the initiative (Moodle platform; Facebook group, etc.). A final look at the end-of-the-session survey will try to point out the main reasons for the success of the training initiative, highlighting strengths and weaknesses, with reference to some of the participants’ comments. Therefore the paper will describe an example of a good teaching practice, whose outcomes will be analyzed and commented in terms of possible relevant research developments.

Il contributo focalizza l’attenzione sulla correlazione tra CLIL (Content and Language Integrated Learning) e ICT, mettendone in luce il valore aggiunto, come peraltro evidenziato dalla Commissione Europea nei più recenti Rapporti e Raccomandazioni. Dopo una breve descrizione dei principi fondanti della metodologia CLIL e dei benefici apportati dall’uso delle tecnologie e della rete, la trattazione si concentra su una recente iniziativa di formazione online in lingua inglese in contesto internazionale, rivolta a docenti, formatori e educatori di tutto il mondo, appassionati di didattica della lingua inglese, CLIL e tecnologie multimediali e multimodali. Obiettivo del percorso formativo, che ha visto la partecipazione di circa 5000 docenti: stimolare e guidare i partecipanti nella scoperta e sperimentazione di strumenti e risorse digitali per una didattica CLIL di efficacia e attualità, in grado di accogliere le sfide del ventunesimo secolo. Il contributo esaminerà alcuni aspetti del percorso formativo, nonché alcune peculiarità degli ambienti online dedicati all’iniziativa (piattaforma Moodle, gruppo Facebook ecc.), mettendo in luce le variegate forme e modalità di comunicazione e interazione dei partecipanti con le moderatrici e con gli altri colleghi. Verranno infine presi in esame alcuni esempi di materiali, lesson plan e Learning Diary prodotti dai corsisti nell’ambito dell’iniziativa, analizzandone le diverse modalità espressive (infografiche, visive, narrative ecc.). Un rapido sguardo al questionario finale cercherà di analizzare in modo critico le ragioni del successo dell’iniziativa, anche attraverso le “voci” dei partecipanti stessi.

Lingue e linguaggi in un percorso di formazione internazionale su CLIL e tecnologie

CINGANOTTO L
2016

Abstract

Il contributo focalizza l’attenzione sulla correlazione tra CLIL (Content and Language Integrated Learning) e ICT, mettendone in luce il valore aggiunto, come peraltro evidenziato dalla Commissione Europea nei più recenti Rapporti e Raccomandazioni. Dopo una breve descrizione dei principi fondanti della metodologia CLIL e dei benefici apportati dall’uso delle tecnologie e della rete, la trattazione si concentra su una recente iniziativa di formazione online in lingua inglese in contesto internazionale, rivolta a docenti, formatori e educatori di tutto il mondo, appassionati di didattica della lingua inglese, CLIL e tecnologie multimediali e multimodali. Obiettivo del percorso formativo, che ha visto la partecipazione di circa 5000 docenti: stimolare e guidare i partecipanti nella scoperta e sperimentazione di strumenti e risorse digitali per una didattica CLIL di efficacia e attualità, in grado di accogliere le sfide del ventunesimo secolo. Il contributo esaminerà alcuni aspetti del percorso formativo, nonché alcune peculiarità degli ambienti online dedicati all’iniziativa (piattaforma Moodle, gruppo Facebook ecc.), mettendo in luce le variegate forme e modalità di comunicazione e interazione dei partecipanti con le moderatrici e con gli altri colleghi. Verranno infine presi in esame alcuni esempi di materiali, lesson plan e Learning Diary prodotti dai corsisti nell’ambito dell’iniziativa, analizzandone le diverse modalità espressive (infografiche, visive, narrative ecc.). Un rapido sguardo al questionario finale cercherà di analizzare in modo critico le ragioni del successo dell’iniziativa, anche attraverso le “voci” dei partecipanti stessi.
The focus of the paper is the link between CLIL (Content and Language Integrated Learning) and technologies for learning and communicating, considered as an added value to enhance teaching practices, as recommended by the European Commission, also with reference to communication and interaction in the foreign language. Starting from a brief description of the main aims of CLIL and the benefits that technologies and multimedia can bring to a CLIL environment, the paper will describe a recent online training initiative on CLIL and ICT (Information and Communication Technologies) carried out within a global community of peers, registering 5000 participants. The outline of the syllabus, together with the objectives and the main outcomes of the course will be mentioned, also referring to some examples of materials, lesson plans and Learning Diaries produced by the attendees. Particular attention will be devoted to the wide range of communication and interaction strategies and modalities used by the participants (infographic, visual, narrative, etc.) to accomplish the different tasks assigned during the training pathway and to interact with the moderators and with other colleagues in the different formal and informal spaces devoted to the initiative (Moodle platform; Facebook group, etc.). A final look at the end-of-the-session survey will try to point out the main reasons for the success of the training initiative, highlighting strengths and weaknesses, with reference to some of the participants’ comments. Therefore the paper will describe an example of a good teaching practice, whose outcomes will be analyzed and commented in terms of possible relevant research developments.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/31614
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact