Di nuovo su Catullo 62, 22: la fanciulla ritrosa