Qual è il rapporto tra agende di ricerca e contesti? O tra istituzioni e processi storici e sociali? A quali condizioni possiamo parlare di “innovazione” per le Humanities? Il discorso umanistico sembra avere il vantaggio di un’estrema mobilità: può reinventare di volta in volta il proprio “oggetto” e non appare rigidamente vincolato a repertori antiquari prefissati. L’ampio dibattito internazionale sul futuro delle discipline storiche e sociali prefigura trasformazioni di rilievo mentre nuovi ambiti di ricerca dissolvono barriere disciplinari.

Humanities e innovazione sociale. Individui, istituzioni, comunità

DANTINI M
2013

Abstract

Qual è il rapporto tra agende di ricerca e contesti? O tra istituzioni e processi storici e sociali? A quali condizioni possiamo parlare di “innovazione” per le Humanities? Il discorso umanistico sembra avere il vantaggio di un’estrema mobilità: può reinventare di volta in volta il proprio “oggetto” e non appare rigidamente vincolato a repertori antiquari prefissati. L’ampio dibattito internazionale sul futuro delle discipline storiche e sociali prefigura trasformazioni di rilievo mentre nuovi ambiti di ricerca dissolvono barriere disciplinari.
humanities; innovazione; ricerca; movimenti; istituzioni; riconoscimento; studi sulla creatività; critica d'arte; connoisseurship; cittadinanza; stato di diritto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Humanities-e-innovazione-sociale-individui-istituzioni-comunita-10.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 4.13 MB
Formato Adobe PDF
4.13 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/860
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact