Arte e società. A che punto siamo (o anche: in che senso «inattualità»)?