Two illustrated manuscripts of Boccaccio's Theseida and their supposed relationiship

L'Autrice prende in esame due manoscritti autografi del "Teseida" per analizzarne differenze e coincidenze dal punto di vista delle illustrazioni, dimostrando la particolare attenzione posta dal Boccaccio per la parte figurativa del testo che conferisce un'interpretazione diversa dell'opera.

Una reinterpretazione figurativa del "Teseida": i disegni del Codice Napoletano (Biblioteca Statale Oratoriana dei Girolamini C.F. 28, antica segnatura Pil. X. 36)

Malagnini F
2012

Abstract

L'Autrice prende in esame due manoscritti autografi del "Teseida" per analizzarne differenze e coincidenze dal punto di vista delle illustrazioni, dimostrando la particolare attenzione posta dal Boccaccio per la parte figurativa del testo che conferisce un'interpretazione diversa dell'opera.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2012_SsB_Una reinterpretazione figurativa_completo.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 1.27 MB
Formato Adobe PDF
1.27 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/552
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact