Giulio Paolini e l'"Autore che credeva di esistere"