The subject of this study is the nomenclature used in the first work on the ceramic art in the Renaissance, Li tre libri dell’arte del vasaio by Cipriano Piccolpasso (1524-1579). After the Introduction, which points out the peculiar features of this treatise, the study – of a more specifically lexical nature – is divided into two sections: the first reports terms and expressions already found and previously documented with the same meaning, whereas the second explains terms that are absent, have been found with different meanings or have been documented in dictionaries subsequently. In order to illustrate the lexicon of ceramics, which is a real «Tower of Babel», reference is made in the contribution to the works of ceramists and ceramologists who have studied Renaissance ceramics and, in particular, the terminology used by Piccolpasso.

Nello studio vengono presi in esame i termini tecnici presenti nella prima opera dedicata all’arte della ceramica nel Rinascimento, Li tre libri dell’arte del vasaio di Cipriano Piccolpasso (1524-1579). Dopo l’Introduzione, nella quale si mostrano le peculiarità del trattato, l’indagine più propriamente lessicale si distingue in due parti: nella prima si elencano voci e locuzioni già registrate con la stessa accezione e attestate precedentemente, mentre nella seconda si spiegano i termini assenti o registrati con altri significati, ovvero documentati successivamente nei dizionari. Per illustrare il lessico della ceramica, vera e propria «torre di Babele», nel contributo si ricorre alle opere di ceramisti e ceramologi che si sono occupati della ceramica rinascimentale e, in particolare, della terminologia impiegata dal Piccolpasso.

Terminologia tecnica nei Tre libri dell'arte del vasaio di Cipriano Piccolpasso

GAMBACORTA C
2014

Abstract

Nello studio vengono presi in esame i termini tecnici presenti nella prima opera dedicata all’arte della ceramica nel Rinascimento, Li tre libri dell’arte del vasaio di Cipriano Piccolpasso (1524-1579). Dopo l’Introduzione, nella quale si mostrano le peculiarità del trattato, l’indagine più propriamente lessicale si distingue in due parti: nella prima si elencano voci e locuzioni già registrate con la stessa accezione e attestate precedentemente, mentre nella seconda si spiegano i termini assenti o registrati con altri significati, ovvero documentati successivamente nei dizionari. Per illustrare il lessico della ceramica, vera e propria «torre di Babele», nel contributo si ricorre alle opere di ceramisti e ceramologi che si sono occupati della ceramica rinascimentale e, in particolare, della terminologia impiegata dal Piccolpasso.
The subject of this study is the nomenclature used in the first work on the ceramic art in the Renaissance, Li tre libri dell’arte del vasaio by Cipriano Piccolpasso (1524-1579). After the Introduction, which points out the peculiar features of this treatise, the study – of a more specifically lexical nature – is divided into two sections: the first reports terms and expressions already found and previously documented with the same meaning, whereas the second explains terms that are absent, have been found with different meanings or have been documented in dictionaries subsequently. In order to illustrate the lexicon of ceramics, which is a real «Tower of Babel», reference is made in the contribution to the works of ceramists and ceramologists who have studied Renaissance ceramics and, in particular, the terminology used by Piccolpasso.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
coperta e antiporta.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 95.97 kB
Formato Adobe PDF
95.97 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Terminologia.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.35 MB
Formato Adobe PDF
2.35 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/479
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact