La pubblicazione della Grammatica dell’italiano antico, a cura di Giampaolo Salvi e Lorenzo Renzi (2010), ha riaperto il dibattito sulla periodizzazione della storia lingua italiana, sui rapporti tra “storia esterna” e “storia interna” e sull’applicazione in diacronia della nozione di diasistema. L’articolo, estratto da un intervento più esteso dedicato alla didattica dell’italiano, discute alcuni luoghi comuni della storiografia linguistica e si sofferma, attraverso l’analisi di alcuni contributi recenti, sulle prospettive aperte dall’adozione del concetto di varietà nell’analisi dei testi del passato.

L’italiano antico in movimento

Elena Pistolesi
2022-01-01

Abstract

La pubblicazione della Grammatica dell’italiano antico, a cura di Giampaolo Salvi e Lorenzo Renzi (2010), ha riaperto il dibattito sulla periodizzazione della storia lingua italiana, sui rapporti tra “storia esterna” e “storia interna” e sull’applicazione in diacronia della nozione di diasistema. L’articolo, estratto da un intervento più esteso dedicato alla didattica dell’italiano, discute alcuni luoghi comuni della storiografia linguistica e si sofferma, attraverso l’analisi di alcuni contributi recenti, sulle prospettive aperte dall’adozione del concetto di varietà nell’analisi dei testi del passato.
diasistema, linguistica delle varietà, storia della lingua, italiano antico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
estratto_B26_06_Pistolesi.pdf

non disponibili

Descrizione: estratto
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 1.28 MB
Formato Adobe PDF
1.28 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/33310
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact