Cesare Brandi, "La fine dell'avanguardia"