La nuova corsa allo spazio: paura di una Pearl Harbour?