Augusto Ciuffelli e Romeo Gallenga nella Grande Guerra