The Time Variable in the Strategic Choices of International Politics In the domain of international politics we need to study the effects, on a strategic level, of the inevitable inde- termination with which systems can be analysed. Also by means of the topological surfaces of the Catastrophe Theory, we shall show how strategic action must adapt to the inevitable uncertainty of political and social systems, and how the lines of action can be optimised through the introduction of non-deterministic forecasting techniques. We shall also try to clarify how, in the current condition of strong “environmental” uncertainty in which the contemporary international system finds itself (environ- mental and financial crises, migratory flows, pandemic health emergencies, etc.), it is more than appropriate to renounce great medium-long term strategies; rather, the focus should be on maximising the capacity to monitor the feedbacks of the policies implemented from time to time.

Con riferimento al contesto strategico in ambito politico-internazionale, il presente contributo si propone di studiare gli effetti dell’inevitabile indeterminazione con cui sono analizzabili i sistemi. Verranno innanzitutto precisati l’origine, nonché i confini dell’indeterminazione. Secondariamente, anche mediante l’ausilio delle superfici topologiche della Teoria delle catastrofi, si mostrerà in quale modo l’azione strategica debba adeguarsi a tale situazione di incertezza e come sia possibile ottimizzare le linee d’azione grazie all’introduzione di tecniche previsionali non-deterministiche. Si cercherà anche di chiarire come, nella condizione di forte incertezza “ambientale” in cui versa il sistema internazionale contemporaneo (crisi ambientali, finanziarie, flussi migratori, emergenze sanitarie pandemiche), sia più che opportuno rinunciare a grandi strategie di medio-lungo periodo, e puntare piuttosto sulla massimizzazione della capacità di monitoraggio dei feedback delle politiche messe in atto di volta in volta.

La variabile temporale nelle scelte strategiche di politica internazionale

Carlo Simon-Belli
2020

Abstract

Con riferimento al contesto strategico in ambito politico-internazionale, il presente contributo si propone di studiare gli effetti dell’inevitabile indeterminazione con cui sono analizzabili i sistemi. Verranno innanzitutto precisati l’origine, nonché i confini dell’indeterminazione. Secondariamente, anche mediante l’ausilio delle superfici topologiche della Teoria delle catastrofi, si mostrerà in quale modo l’azione strategica debba adeguarsi a tale situazione di incertezza e come sia possibile ottimizzare le linee d’azione grazie all’introduzione di tecniche previsionali non-deterministiche. Si cercherà anche di chiarire come, nella condizione di forte incertezza “ambientale” in cui versa il sistema internazionale contemporaneo (crisi ambientali, finanziarie, flussi migratori, emergenze sanitarie pandemiche), sia più che opportuno rinunciare a grandi strategie di medio-lungo periodo, e puntare piuttosto sulla massimizzazione della capacità di monitoraggio dei feedback delle politiche messe in atto di volta in volta.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RDP_3_2020 Carlo Belli.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 495.96 kB
Formato Adobe PDF
495.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/21685
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact