Giorgio Agamben, Stato di eccezione