Un “caso di studio”: le opere di Tullia d’Aragona tra filologia e studi di genere