Il «bellissimo rotto» di Giovanni Battista Lalli di Norcia (1572-1637)