Si tratta della prima monografia dedicata a Marcello Venturi (1925-2008), attraverso la quale viene ricostruito il percorso letterario, giornalistico e ideologico dell'autore di "Bandiera bianca a Cefalonia", dagli esordi su "Il Politecnico" agli ultimi racconti editi nel 2008, dalla militanza nel Partito Comunita Italiano (accompagnata dalla direzione della pagina culturale dell'edizione milanese dell'"Unità") all'uscita dal P.C.I. dopo i fatti ungheresi del 1956 e al successivo anticomunismo. Sempre legato all'antifascismo che lo aveva portato ad essere renitente alla leva nella Repubblica Sociale di Salò, fedele all'idea vittoriniana di letteratura di stampo realistico anche nella stagione della neoavanguardia, "reduce permanente" che torna costantemente sul tema della guerra, Venturi, in questo studio che si basa anche su documenti di archivio fino ad oggi inediti, viene portato fuori dal cono d'ombra che lo ha avvolto a partire soprattutto dagli anni Settanta, dopo essere stato indicato, tra il secondo dopoguerra e il 1965, come una delle figure più significative della letteratura italiana contemporanea.

Lo scrittore come cartografo. Saggio su Marcello Venturi

CAPECCHI G
2007

Abstract

Si tratta della prima monografia dedicata a Marcello Venturi (1925-2008), attraverso la quale viene ricostruito il percorso letterario, giornalistico e ideologico dell'autore di "Bandiera bianca a Cefalonia", dagli esordi su "Il Politecnico" agli ultimi racconti editi nel 2008, dalla militanza nel Partito Comunita Italiano (accompagnata dalla direzione della pagina culturale dell'edizione milanese dell'"Unità") all'uscita dal P.C.I. dopo i fatti ungheresi del 1956 e al successivo anticomunismo. Sempre legato all'antifascismo che lo aveva portato ad essere renitente alla leva nella Repubblica Sociale di Salò, fedele all'idea vittoriniana di letteratura di stampo realistico anche nella stagione della neoavanguardia, "reduce permanente" che torna costantemente sul tema della guerra, Venturi, in questo studio che si basa anche su documenti di archivio fino ad oggi inediti, viene portato fuori dal cono d'ombra che lo ha avvolto a partire soprattutto dagli anni Settanta, dopo essere stato indicato, tra il secondo dopoguerra e il 1965, come una delle figure più significative della letteratura italiana contemporanea.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PDF_Venturi-Scrittore come cartografo.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 3 MB
Formato Adobe PDF
3 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/2698
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact