Questo progetto è stato ideato per offrire soluzioni didattiche adattate al campo dell'educazione degli adulti. Ambisce a trasformare il ricco patrimonio del Cammino di Santiago in un’opportunità di apprendimento per progredire nell’acquisizione delle competenze necessarie all’integrazione e alla partecipazione sociale nel XXI secolo, in modo informale, multimediale e accessibile. Temi, testi e attività proposti nelle UD intendono essere funzionali allo sviluppo delle intelligenze multiple. Sono state adottate le metodologie del cooperative learning, fra cui la Jigsaw classroom, e della flipped classroom per la dinamizzazione di: a) competenze cognitive di base (da attivare prevalentemente a casa) b) competenze cognitive alte, in classe. Inoltre, si propongono varie attività didattiche che permettono ai partecipanti di conoscere e apprendere fuori dall’aula. A tale proposito va detto che l’ambiente di apprendimento non si limiterà all’aula ma si estenderà al contesto che fa da cornice alla UD.  Per lo sviluppo della competenza comunicativa e della competenza comunicativa interculturale è stata ritenuta produttiva la tecnica del role-playing. La proposta di usare lo storytelling come tecnica per veicolare i contenuti didattici e facilitare lo sviluppo di strategie di apprendimento è di Dianella Gambini. È sua anche l’ideazione del filo conduttore che concatena le vicende della storia in un insieme congruente e unitario e correla concettualmente gli elementi jacopei oggetto della quête con i luoghi geografici in cui sono stati nascosti nell’immaginaria narrazione.

Unità Didattica di Apprendimento (UDA - UNISTRAPG) nell’ambito del progetto Erasmus+ K A 2 0 4 _ C o m p o s t E VA (acronimo di Compostela en Entornos Virtuales de Aprendizaje) “Abitare i Cammini per Compostela: Educazione al patrimonio in ambienti di apprendimento virtuali”

Dianella Gambini
2022-01-01

Abstract

Questo progetto è stato ideato per offrire soluzioni didattiche adattate al campo dell'educazione degli adulti. Ambisce a trasformare il ricco patrimonio del Cammino di Santiago in un’opportunità di apprendimento per progredire nell’acquisizione delle competenze necessarie all’integrazione e alla partecipazione sociale nel XXI secolo, in modo informale, multimediale e accessibile. Temi, testi e attività proposti nelle UD intendono essere funzionali allo sviluppo delle intelligenze multiple. Sono state adottate le metodologie del cooperative learning, fra cui la Jigsaw classroom, e della flipped classroom per la dinamizzazione di: a) competenze cognitive di base (da attivare prevalentemente a casa) b) competenze cognitive alte, in classe. Inoltre, si propongono varie attività didattiche che permettono ai partecipanti di conoscere e apprendere fuori dall’aula. A tale proposito va detto che l’ambiente di apprendimento non si limiterà all’aula ma si estenderà al contesto che fa da cornice alla UD.  Per lo sviluppo della competenza comunicativa e della competenza comunicativa interculturale è stata ritenuta produttiva la tecnica del role-playing. La proposta di usare lo storytelling come tecnica per veicolare i contenuti didattici e facilitare lo sviluppo di strategie di apprendimento è di Dianella Gambini. È sua anche l’ideazione del filo conduttore che concatena le vicende della storia in un insieme congruente e unitario e correla concettualmente gli elementi jacopei oggetto della quête con i luoghi geografici in cui sono stati nascosti nell’immaginaria narrazione.
Santiago, cammino, educazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Gambini 2022 - UD Perugia 2.pdf

accesso aperto

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non specificato
Dimensione 661.62 kB
Formato Adobe PDF
661.62 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/33268
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact