Le Giornate propongono il confronto tra il pensiero e l'opera di due protagonisti della cultura medievale a partire dall'identità degli interrogativi che condivisero come intellettuali consapevoli, nei rispettivi campi, dell'unicità della loro missione. Tale affinità si manifesta in modo emblematico nella pratica dell'autoesegesi e nella costante proiezione verso la posterità dell’impegno attivo radicato nel presente. Ambedue si comportarono in vita come auctoritates, opponendo al traviamento e alle deviazioni della contemporaneità la forza di un'esperienza irripetibile: Dante la visione profetica, Lullo l'illuminazione. Invece di concentrarsi sulle possibili convergenze, le Giornate s’interrogheranno sulle risposte che Dante e Lullo seppero elaborare dinanzi al mutamento dei saperi e ai rivolgimenti politici che caratterizzarono la loro epoca. Per evidenziare la comunanza dei problemi e la divergenza delle soluzioni, otto specialisti affronteranno, in parallelo per ciascun autore, quattro temi generali (la grammatica, la retorica, la filosofia e la politica), privilegiando il quadro culturale e politico condiviso. I percorsi scelti non presentano, nel pensiero dei due autori, alcuna soluzione di continuità perché gli uni implicano gli altri, ma sono stati isolati per favorire un confronto puntuale tra due mondi organici e conclusi.

Convegno internazionale "Dante e Lullo" (Barcellona, 21-22 febbraio 2012), sostenuto da: Ministerio de Cienecia e Innovación (FFI2011-1 4815-E), Istituto Italiano di Cultura di Barcellona e Universitat de Barcelona.

Pistolesi Elena;
2012

Abstract

Le Giornate propongono il confronto tra il pensiero e l'opera di due protagonisti della cultura medievale a partire dall'identità degli interrogativi che condivisero come intellettuali consapevoli, nei rispettivi campi, dell'unicità della loro missione. Tale affinità si manifesta in modo emblematico nella pratica dell'autoesegesi e nella costante proiezione verso la posterità dell’impegno attivo radicato nel presente. Ambedue si comportarono in vita come auctoritates, opponendo al traviamento e alle deviazioni della contemporaneità la forza di un'esperienza irripetibile: Dante la visione profetica, Lullo l'illuminazione. Invece di concentrarsi sulle possibili convergenze, le Giornate s’interrogheranno sulle risposte che Dante e Lullo seppero elaborare dinanzi al mutamento dei saperi e ai rivolgimenti politici che caratterizzarono la loro epoca. Per evidenziare la comunanza dei problemi e la divergenza delle soluzioni, otto specialisti affronteranno, in parallelo per ciascun autore, quattro temi generali (la grammatica, la retorica, la filosofia e la politica), privilegiando il quadro culturale e politico condiviso. I percorsi scelti non presentano, nel pensiero dei due autori, alcuna soluzione di continuità perché gli uni implicano gli altri, ma sono stati isolati per favorire un confronto puntuale tra due mondi organici e conclusi.
Filologia; filosofia; Dante Alighieri; Raimondo Lullo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Locandina.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 4.25 MB
Formato Adobe PDF
4.25 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/3074
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact