L’esecuzione di obblighi derivanti dalla partecipazione ad un’organizzazione internazionale, attraverso condotte adottate dai suoi membri, solleva questioni di particolare complessità nell’articolazione dei rapporti tra sistemi nell’ordinamento internazionale. Uno tra i meccanismi utilizzati dalla giurisprudenza internazionale ed interna, per fronteggiare situazioni di incompatibilità e favorire il coordinamento tra obblighi divergenti, è il principio della protezione equivalente, alla cui analisi è dedicato questo volume. Il principio della protezione equivalente trova notoriamente origine nella posizione assunta dalla Corte costituzionale tedesca che, a partire dalla celebre saga Solange, ha messo in evidenza la costante utilità di questo strumento nella classica questione dei rapporti tra ordinamento internazionale e ordinamenti interni. Con una giurisprudenza articolata e complessa, la Corte europea e la Corte di giustizia hanno contribuito in modo determinante all’evoluzione del principio, che è stato utilizzato nella definizione dei rapporti “orizzontali”, per affrontare il problema della compatibilità tra obblighi confliggenti rispetto ad atti interni meramente esecutivi di obblighi posti da organizzazioni internazionali. L’indagine si propone di esplorarne la natura, il fondamento giuridico, l’ambito di applicazione, gli effetti, i limiti e le potenzialità.

Il principio della protezione equivalente come meccanismo di coordinamento tra sistemi giuridici nell'ordinamento internazionale

MARCHEGIANI M
2018

Abstract

L’esecuzione di obblighi derivanti dalla partecipazione ad un’organizzazione internazionale, attraverso condotte adottate dai suoi membri, solleva questioni di particolare complessità nell’articolazione dei rapporti tra sistemi nell’ordinamento internazionale. Uno tra i meccanismi utilizzati dalla giurisprudenza internazionale ed interna, per fronteggiare situazioni di incompatibilità e favorire il coordinamento tra obblighi divergenti, è il principio della protezione equivalente, alla cui analisi è dedicato questo volume. Il principio della protezione equivalente trova notoriamente origine nella posizione assunta dalla Corte costituzionale tedesca che, a partire dalla celebre saga Solange, ha messo in evidenza la costante utilità di questo strumento nella classica questione dei rapporti tra ordinamento internazionale e ordinamenti interni. Con una giurisprudenza articolata e complessa, la Corte europea e la Corte di giustizia hanno contribuito in modo determinante all’evoluzione del principio, che è stato utilizzato nella definizione dei rapporti “orizzontali”, per affrontare il problema della compatibilità tra obblighi confliggenti rispetto ad atti interni meramente esecutivi di obblighi posti da organizzazioni internazionali. L’indagine si propone di esplorarne la natura, il fondamento giuridico, l’ambito di applicazione, gli effetti, i limiti e le potenzialità.
978-88-9391-298-3
protezione equivalente, rapporti intersistemici, tutela dei diritti fondamentali
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1 Monografia IL PRINCIPIO DELLA PROTEZIONE EQUIVALENTE COME MECCANISMO DI COORDINAMENTO TRA SISTEMI GIURIDICI NELL’ORDINAMENTO INTERNAZIONALE.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 1.43 MB
Formato Adobe PDF
1.43 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/2618
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact