La ricevibilità generale nella giurisprudenza della Corte internazionale di Giustizia