L’opera inquadra i falsi medievali di Giacomo e Monaldo Leopardi nella più ampia cornice delle contraffazioni ottocentesche, indagandone aspetti linguistici, precedenti storici e moventi ideologici. Il primo tomo è dedicato alla trattazione saggistica, il secondo presenta una ricca selezione di testi, tra cui spicca l’edizione critica del Martirio de’ Santi Padri. Attraverso il tema dell’arcaismo e delle falsificazioni testuali, l’autrice mette a fuoco la dialettica fra tradizione e innovazione in una fase cruciale della nostra storia linguistica ed i legami tra cultura italiana e cultura europea in un’epoca pervasa dal «mito delle origini». Ampio spazio è dedicato ai motivi d'interesse che le contraffazioni testuali offrono agli storici della lingua italiana; i tratti linguistici dei falsi ottocenteschi, esaminati in controluce come i negativi di una fotografia, forniscono infatti dati, per contrasto, sull'uso vivo coevo, dal quale la ricerca di arcaismo dei loro autori programmaticamente si allontanava.

Giacomo e Monaldo Leopardi falsari trecenteschi. Contraffazione dell'antico, cultura e storia linguistica nell'Ottocento italiano, 2 VOLUMI

COVINO S
2009-01-01

Abstract

L’opera inquadra i falsi medievali di Giacomo e Monaldo Leopardi nella più ampia cornice delle contraffazioni ottocentesche, indagandone aspetti linguistici, precedenti storici e moventi ideologici. Il primo tomo è dedicato alla trattazione saggistica, il secondo presenta una ricca selezione di testi, tra cui spicca l’edizione critica del Martirio de’ Santi Padri. Attraverso il tema dell’arcaismo e delle falsificazioni testuali, l’autrice mette a fuoco la dialettica fra tradizione e innovazione in una fase cruciale della nostra storia linguistica ed i legami tra cultura italiana e cultura europea in un’epoca pervasa dal «mito delle origini». Ampio spazio è dedicato ai motivi d'interesse che le contraffazioni testuali offrono agli storici della lingua italiana; i tratti linguistici dei falsi ottocenteschi, esaminati in controluce come i negativi di una fotografia, forniscono infatti dati, per contrasto, sull'uso vivo coevo, dal quale la ricerca di arcaismo dei loro autori programmaticamente si allontanava.
978-88-222-5734-5
STORIA DELLA LINGUA ITALIANA ; FALSIFICAZIONI TESTUALI; ARCAISMO LINGUISTICO; EDIZIONE CRITICA
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
COVINO_libro 2009.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 3.93 MB
Formato Adobe PDF
3.93 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/2538
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact