Considerazioni (micro)sociolinguistiche su fenomeni di interferenza in area egeo-anatolica tra II e I millennio a.C