Il testo di Anselm Jappe articola una critica del capitalismo che non prende di mira solo la finanza, considerata come la sola responsabile della crisi. Per la critica più diffusa della crisi, sostiene Jappe, l'’“economia reale” sarebbe sana e solo una finanza sottratta ad ogni controllo metterebbe in pericolo l’economia mondiale. Da qui la spiegazione più sommaria – la più diffusa – che attribuisce tutta la responsabilità della crisi all’“avidità” di un pugno di speculatori che avrebbero giocato con il denaro di tutti come se fossero al casinò.

Credito a morte

Alessandro Simoncini
2013

Abstract

Il testo di Anselm Jappe articola una critica del capitalismo che non prende di mira solo la finanza, considerata come la sola responsabile della crisi. Per la critica più diffusa della crisi, sostiene Jappe, l'’“economia reale” sarebbe sana e solo una finanza sottratta ad ogni controllo metterebbe in pericolo l’economia mondiale. Da qui la spiegazione più sommaria – la più diffusa – che attribuisce tutta la responsabilità della crisi all’“avidità” di un pugno di speculatori che avrebbero giocato con il denaro di tutti come se fossero al casinò.
9788857511610
Jappe, crisi, capitalismo, critica del valore, credito, finanziarizzazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Jappe mimesis contro il denaro.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 1 MB
Formato Adobe PDF
1 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/20210
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact