Michael Lowy commenta il celebre frammento benjaminiano sul capitalismo come religione. Ispirato da Max Weber, ma andando ben oltre gli argomenti del sociologo, il frammento benjaminiano del 1921 appartiene - secondo Lowy - alla linea di quelle che si potrebbero defi nire letture anticapitaliste di Weber. In larga misura, si tratta di un détournement: l’attitudine di Weber nei confronti del capitalismo non andava aldilà di una certa ambivalenza, mélange di “avalutatività”, pessimismo e rassegnazione.

Il capitalismo come religione. Walter Benjamin e Max Weber

Alessandro Simoncini
2015

Abstract

Michael Lowy commenta il celebre frammento benjaminiano sul capitalismo come religione. Ispirato da Max Weber, ma andando ben oltre gli argomenti del sociologo, il frammento benjaminiano del 1921 appartiene - secondo Lowy - alla linea di quelle che si potrebbero defi nire letture anticapitaliste di Weber. In larga misura, si tratta di un détournement: l’attitudine di Weber nei confronti del capitalismo non andava aldilà di una certa ambivalenza, mélange di “avalutatività”, pessimismo e rassegnazione.
9788857530901
Lowy, Benjamin, capitalismo come religione, Max Weber, anticapitalismo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dal pensiero critico pdf.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 1.44 MB
Formato Adobe PDF
1.44 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/20115
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact