Il testo ricostruisce la critica che gli autori dell'operaismo italiano portarono all'assetto del Welfare State e della cittadinanza sociale negli anni '60 e '70. Viene dedicata attenzione soprattutto alle posizioni di Raniero Panzieri, Mario Tronti, Luciano Ferrari Bravo e Antonio Negri, contestualizzati storicamente e politicamente in un contesto nel quale il pensiero politico viene concepito con intenti immediatamente agonistici.

Lo stato sociale nel pensiero critico degli anni Sessanta e Settanta: l’operaismo italiano

Alessandro Simoncini
2009

Abstract

Il testo ricostruisce la critica che gli autori dell'operaismo italiano portarono all'assetto del Welfare State e della cittadinanza sociale negli anni '60 e '70. Viene dedicata attenzione soprattutto alle posizioni di Raniero Panzieri, Mario Tronti, Luciano Ferrari Bravo e Antonio Negri, contestualizzati storicamente e politicamente in un contesto nel quale il pensiero politico viene concepito con intenti immediatamente agonistici.
9788884533562
Operaismo italiano, Welfare State, cittadinanza sociale, Raniero Panzieri, Mario Tronti, Luciano Ferrari Bravo e Antonio Negri, pensiero critico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lo stato sociale nel pensiero critico degli anni sessanta e settanta l'operaismo italiano..pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 2.24 MB
Formato Adobe PDF
2.24 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/19899
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact