A partire da alcune novità editoriali il saggio intende proporre una messa a punto su un argomento in cui spesso prevalgono impostazioni ideologiche: il ruolo del Vaticano e di Pio XII nella vicenda della deportazione degli ebrei romani nell’ottobre 1943. Pio XII sapeva del piano tedesco prima che si svolgesse? Ci fu un accordo tra la Santa Sede e i tedeschi che prevedeva il silenzio del papa sulla deportazione degli ebrei e il rispetto della neutralità vaticana da parte dei tedeschi? Al di là di leggende, nere o rosa, il saggio ricostruisce quelle vicende alla luce della documentazione disponibile.

Il Vaticano e la razzia del 16 ottobre 1943

Rigano, Gabriele
2016

Abstract

A partire da alcune novità editoriali il saggio intende proporre una messa a punto su un argomento in cui spesso prevalgono impostazioni ideologiche: il ruolo del Vaticano e di Pio XII nella vicenda della deportazione degli ebrei romani nell’ottobre 1943. Pio XII sapeva del piano tedesco prima che si svolgesse? Ci fu un accordo tra la Santa Sede e i tedeschi che prevedeva il silenzio del papa sulla deportazione degli ebrei e il rispetto della neutralità vaticana da parte dei tedeschi? Al di là di leggende, nere o rosa, il saggio ricostruisce quelle vicende alla luce della documentazione disponibile.
978-88-6728-503-7
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Rigano, Il Vaticano e la razzia del 16 ottobre 1943, in 16 ottobre 1943. La deportazione degli ebrei romani tra storia e memoria, Viella 2016.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 319.72 kB
Formato Adobe PDF
319.72 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12071/1892
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact