«Renaissance païenne». Attorno a alcuni nudi di Paul Cézanne