Il saggio concentra la sua attenzione sulle prime opere narrative date alle stampe da Eraldo Baldini, le due raccolte di novelle Nella nebbia e Urla nel grano, dove lo scrittore – appassionato studioso di storia e folklore della sua Romagna – ne rilegge il vasto materiale di leggende, tradizioni e superstizioni alla luce di una vena magica e orrorifica. Il presente lavoro critico, partendo dalla pertinente definizione di country gothic data dallo stesso Baldini alla propria produzione letteraria, cerca poi di evidenziare importanti analogie con certa narrativa anglo-americana (da Poe a Lovecraft, da Simmons a King) così come con alcuni scrittori italiani contemporanei (tra gli altri Manfredi, Evangelisti, Arona e soprattutto Ammaniti) e registi cinematografici (in primis Pupi Avati). Tra i testi narrativi di Baldini esaminati uno spazio rilevante viene dato all’Estate strana che in seguito, riveduto e ampliato, darà vita prima ad un racconto lungo destinato ad un pubblico giovanile e nel 2008 al romanzo Quell’estate di sangue e luna, firmato insieme allo scrittore e drammaturgo Alessandro Fabbri.

Nella nebbia e Urla nel grano. Gli esordi di Eraldo Baldini tra mistero, folklore, paura

Pistelli Maurizio
2019-01-01

Abstract

Il saggio concentra la sua attenzione sulle prime opere narrative date alle stampe da Eraldo Baldini, le due raccolte di novelle Nella nebbia e Urla nel grano, dove lo scrittore – appassionato studioso di storia e folklore della sua Romagna – ne rilegge il vasto materiale di leggende, tradizioni e superstizioni alla luce di una vena magica e orrorifica. Il presente lavoro critico, partendo dalla pertinente definizione di country gothic data dallo stesso Baldini alla propria produzione letteraria, cerca poi di evidenziare importanti analogie con certa narrativa anglo-americana (da Poe a Lovecraft, da Simmons a King) così come con alcuni scrittori italiani contemporanei (tra gli altri Manfredi, Evangelisti, Arona e soprattutto Ammaniti) e registi cinematografici (in primis Pupi Avati). Tra i testi narrativi di Baldini esaminati uno spazio rilevante viene dato all’Estate strana che in seguito, riveduto e ampliato, darà vita prima ad un racconto lungo destinato ad un pubblico giovanile e nel 2008 al romanzo Quell’estate di sangue e luna, firmato insieme allo scrittore e drammaturgo Alessandro Fabbri.
978-88-6466-666-2
Eraldo Baldini
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cronache e srorie letterarie_interno definitivo.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso chiuso
Dimensione 3.33 MB
Formato Adobe PDF
3.33 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/15806
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact