Bachelard e l'incerta eredità del trascendentale