L’ultimo degli irlandesi: Flann O’Brien e il racconto dell’irrealtà