Avvalendosi di una documentazione archivistica del tutto inedita, il saggio ricostruisce come le autorità coloniali italiane hanno cercato di comprendere gli stili alimentari dei loro sudditi africani attraverso ricerche di terreno nelle regioni che componevano l’intero impero coloniale (Africa Orientale Italiana e Libia), assemblando i dati e le informazioni raccolte in rapporti nutrizionali alla fine degli anni Trenta del XX secolo. Dopo aver illustrato le ragioni per cui queste relazioni inedite sono rimaste misconosciute, il saggio analizza le mappature coloniali all’interno del loro quadro epistemologico di riferimento, sullo sfondo del legame tra discipline scientifiche e politiche razziali del regime fascista. Il saggio ha un duplice scopo: 1/ inserire il caso italiano nel quadro comparativo dell’imperialismo ambientale delle altre potenze coloniali europee, attraverso una rassegna ragionata della letteratura internazionale; 2/ affrontare nel contesto italiano rilevanti tematiche quali le interrelazioni tra consumi alimentari e produttività lavorativa dei sudditi africani, tra nutrizione e salute, mettendo a fuoco le interazioni tra politiche, prassi amministrative e modelli coloniali di ingegneria sociale in ambito nutrizionale. Il saggio esamina quindi le modalità d’intrusione coloniale per modificare gli stili di vita alimentari insieme a produttività agricola e zootecnica. Risulta così possibile illuminare uno spaccato -sinora inesplorato dalla storiografia del colonialismo italiano - di storia sociale coloniale poiché i sistemi alimentari sono parte integrante degli universi culturali di riferimento. Collocandosi all’interno della metodologia delle modernità coevolventi, il saggio consente di evincere la agency dei colonizzati dimostrando quali fenomeni di innesto e rigetto nelle abitudini e nei consumi alimentari produssero le velleità italiane di predisporre profili nutrizionali per categorie sociali in base alle esigenze produttive del dominio coloniale.

Alimentazione e colonialismo. Tentativi italiani di intrusione nei profili nutrizionali dei sudditi africani

GUAZZINI F
2011

Abstract

Avvalendosi di una documentazione archivistica del tutto inedita, il saggio ricostruisce come le autorità coloniali italiane hanno cercato di comprendere gli stili alimentari dei loro sudditi africani attraverso ricerche di terreno nelle regioni che componevano l’intero impero coloniale (Africa Orientale Italiana e Libia), assemblando i dati e le informazioni raccolte in rapporti nutrizionali alla fine degli anni Trenta del XX secolo. Dopo aver illustrato le ragioni per cui queste relazioni inedite sono rimaste misconosciute, il saggio analizza le mappature coloniali all’interno del loro quadro epistemologico di riferimento, sullo sfondo del legame tra discipline scientifiche e politiche razziali del regime fascista. Il saggio ha un duplice scopo: 1/ inserire il caso italiano nel quadro comparativo dell’imperialismo ambientale delle altre potenze coloniali europee, attraverso una rassegna ragionata della letteratura internazionale; 2/ affrontare nel contesto italiano rilevanti tematiche quali le interrelazioni tra consumi alimentari e produttività lavorativa dei sudditi africani, tra nutrizione e salute, mettendo a fuoco le interazioni tra politiche, prassi amministrative e modelli coloniali di ingegneria sociale in ambito nutrizionale. Il saggio esamina quindi le modalità d’intrusione coloniale per modificare gli stili di vita alimentari insieme a produttività agricola e zootecnica. Risulta così possibile illuminare uno spaccato -sinora inesplorato dalla storiografia del colonialismo italiano - di storia sociale coloniale poiché i sistemi alimentari sono parte integrante degli universi culturali di riferimento. Collocandosi all’interno della metodologia delle modernità coevolventi, il saggio consente di evincere la agency dei colonizzati dimostrando quali fenomeni di innesto e rigetto nelle abitudini e nei consumi alimentari produssero le velleità italiane di predisporre profili nutrizionali per categorie sociali in base alle esigenze produttive del dominio coloniale.
978-88-430-5922-5
Africa; Colonialismo; Alimentazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Guazzini Alimentazione e colonialismo.pdf

non disponibili

Licenza: Non specificato
Dimensione 2.31 MB
Formato Adobe PDF
2.31 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/1452
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact