L’Agenda 2030 riconosce i fenomeni migratori come una delle dimensioni dello sviluppo, “se adeguatamente gestiti”. Nel tempo, il nesso migrazione-sviluppo si è arricchito nei principi guida, negli approcci e negli strumenti operativi, che restano comunque in fieri. Il paper rievoca come le aspettative apodittiche siano andate deluse e argomenta la necessità di un coinvolgimento meno asimmetrico degli attori africani, focalizzandosi sull’associazionismo delle comunità diasporiche.

Riflessioni sul nesso migrazione e sviluppo e il ruolo delle diaspore africane

Guazzini F
2018

Abstract

L’Agenda 2030 riconosce i fenomeni migratori come una delle dimensioni dello sviluppo, “se adeguatamente gestiti”. Nel tempo, il nesso migrazione-sviluppo si è arricchito nei principi guida, negli approcci e negli strumenti operativi, che restano comunque in fieri. Il paper rievoca come le aspettative apodittiche siano andate deluse e argomenta la necessità di un coinvolgimento meno asimmetrico degli attori africani, focalizzandosi sull’associazionismo delle comunità diasporiche.
9788899688455
9788899688394
Africa, Migrazioni
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Riflessione sul nesso migrazioni e sviluppo.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 279.25 kB
Formato Adobe PDF
279.25 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12071/14294
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact